Visita lo Shop

Dormire meglio con la luce

Febbraio 1, 2021

La luce regola i ritmi circadiani degli esseri viventi fin dagli albori della vita sulla Terra, ed è l’input principale che permette la sincronizzazione dei nostri orologi biologici.

I ritmi circadiani rappresentano oscillazioni fisiologiche che si ripetono ogni 24 ore, includendo il ritmo sonno-veglia, la temperatura corporea, i cicli ormonali e tutti i processi metabolici in generale.

Nella nostra società siamo continuamente esposti a fonti luminose artificiali, con caratteristiche e intensità molto diverse da quelle del sole.

Gli studi più recenti hanno dimostrato che l’esposizione a fonti luminose sbagliate distrugge il nostro orologio biologico (fa dormire male!) e danneggia le funzioni metaboliche e le performance fisiche e mentali.

Questo succede perché l’ormone del ritmo circadiano e del sonno, la melatonina, viene bloccato dall’esposizione alla luce di schermi e LED tradizionali che hanno un picco nello spettro blu.

Infatti il blu, anche se non visibile ad occhio nudo, è sempre presente nelle luci tradizionali e negli schermi, e blocca completamente la melatonina.

Questo causa enormi problemi al sonno!

Ma la melatonina è anche un potente antiossidante, e senza di essa non possiamo proteggerci dai radicali liberi. Quindi è importantissima la sua produzione naturale.

Oltre alla difficoltà ad addormentarsi, un altro effetto dell’esposizione alla luce blu durante le ore serali, è una significativa riduzione del sonno REM.

Fare buoni sogni, legati alla fase REM, è sintomo di salute, sia dal punto di vista psichico che dal punto di vista fisico.

Pertanto, molte persone, che pensano di non avere problemi perché dormono 8 ore e più, potrebbero in realtà avere disturbi legati alla qualità del sonno, potenzialmente difficili da verificare se non si effettuano test specifici.

Perfino livelli bassissimi di luce blu hanno il potere di sopprimere la produzione di melatonina.

L’eccesso di luce blu ha anche effetti negativi sulla pelle, e lo stress ossidativo provoca invecchiamento precoce.

LA SOLUZIONE E’ nella luce rossa.

La luce rossa, può essere un valido strumento per illuminare la casa nelle ore serali, permettendo di resettare i ritmi circadiani, favorendo il rilassamento, il sonno e il ripristino dei meccanismi antiossidanti del corpo.

Con la luce rossa la produzione di melatonina non viene bloccata, e il corpo può giovare sia del mantenimento del ritmo circadiano, sia degli effetti antiossidanti di questo ormone fondamentale per la nostra salute.

L’esposizione alla luce rossa durante la sera predispone ad una significativa riduzione dei sintomi depressivi, rispetto alla luce blu e bianca.

La luce rossa permette anche di mantenere un buono stato di concentrazione e di allerta senza bloccare la produzione di melatonina, pertanto è anche indicata per chi ha la necessità di leggere, studiare e lavorare la sera.

Inoltre, si è rivelata efficace nella riduzione dell’inerzia dopo il risveglio, che ha un impatto negativo nella memoria a breve termine, nei tempi di risposta, nella capacità di resistere al sonno, nella forza muscolare, con effetti che vanno da 1 minuto a 3 ore.

Quindi, grazie alla luce rossa, si può godere di un inizio di giornata carico di energia e voglia di fare.

Del resto, il fuoco ha accompagnato l’uomo durante il suo percorso evolutivo, e la luce rossa evoca inequivocabilmente un bel banchetto serale in compagnia della famiglia e degli amici.

Qualora si abbia bisogno di illuminare la casa dopo il tramonto e occorra una luce per andare in bagno di notte, la luce rossa è consigliabile rispetto a qualsiasi altra soluzione.

Un altro studio ha coinvolto un gruppo di giocatrici di basket cinesi, sottoposte ad un trattamento con  la luce rossa durante la sera per 14 giorni; rispetto al gruppo di controllo, che non ha ricevuto nessun trattamento, il gruppo di intervento ha mostrato un miglioramento del sonno, dei livelli di melatonina e della performance sportiva.

Inoltre, la luce rossa si è rivelata sempre più promettente nei trattamenti anti-aging, promuovendo l’aumento della sintesi di collagene e riducendo la rugosità della pelle.

Studi scientifici e bibliografia

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6057895/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC6506010/

https://www.liebertpub.com/doi/full/10.1089/pho.2009.2745

Insonnia. Il male del nuovo secolo – A. Rossiello

https://www.researchgate.net/profile/Yvan_Touitou/publication/313801583_Association_between_light_at_night_melatonin_secretion_sleep_deprivation_and_the_internal_clock_Health_impacts_and_mechanisms_of_circadian_disruption/links/59c68894a6fdccc7191ed150/Association-between-light-at-night-melatonin-secretion-sleep-deprivation-and-the-internal-clock-Health-impacts-and-mechanisms-of-circadian-disruption.pdf

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1011134415002110 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5833722/

https://www.researchgate.net/publication/315304100_Blue_light-induced_oxidative_stress_in_live_skin

https://www.sciencedaily.com/releases/2013/08/130806203150.htm https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC2905913/ https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3499892/ http://www.sleepreviewmag.com/2015/05/light-therapy-better-sleep/ https://www.health.harvard.edu/staying-healthy/blue-light-has-a-dark-side https://www.sleepfoundation.org/articles/how-blue-light-affects-kids-sleep https://www.livescience.com/53874-blue-light-sleep.html

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3926176/ https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3553574/

Alessio Angeleri

Ti può interessare…

L’IMPORTANZA DEL SOLE

L’IMPORTANZA DEL SOLE

Ho scritto un libro dal titolo INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO che potete acquistare su Amazon Prime o su questo fantastico shopping online: INSONNIA. IL MALE DEL NUOVO SECOLO Sappiamo dalla letteratura scientifica che la fotobiomodulazione e la LLLT (low level...

Luce rossa e infrarossa: “amiche della pelle”

Luce rossa e infrarossa: “amiche della pelle”

Data la combinazione tra l’alto grado di penetrazione nella pelle e l’assorbimento da parte dell’acqua interfacciale e dei componenti della catena respiratoria, la luce nello spettro tra i 600 e i 1300 nm è molto efficace per stimolare la guarigione delle ferite, la...

La luce rossa migliora la performance sportiva

La luce rossa migliora la performance sportiva

Il buon sonno è un prerequisito imprescindibile per la performance sportiva.  Sebbene sia ben noto che l’esercizio fisico non agonistico e moderato migliori il sonno, l’attività agonistica intensa, e soprattutto di endurance, può influire negativamente,...

Commenti

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *